Cose da non fare in Sicilia

Rieccomi qui carissime.

Fino ad ora ho dato alcuni  suggerimenti sulle cose da fare in Sicilia . Oggi invece vi parlo di una cosa da NON fare quando sarete in Sicilia: Non comprate i souvenir rappresentanti la mafia.petition againt souvenir mafiaCapisco perfettamente che chi non vive in Sicilia non  riesca a comprendere bene cosa  sia esattamente la mafia e quali danni causi a tutto il sistema sociale ed economico siciliano. Posso capire anche i risolini che compaiono sulle labbra di chi, all’estero, alla nostra risposta ” I’m from Italy…Sicily “, ribatte con un ingenuo quanto inconsapevole sorriso “Sicily? Ah mafia!”. Capisco tutto questo e quindi per evitare qualsiasi fraintendimento lo spiegherò con poche ed inequivocabili parole citando Peppino Impastato : la mafia è una montagna di merda.
Quasi abbasso la testa per l’imbarazzo  quando, per le strade di Taormina (solo per menzionare la più turistica delle località siciliane), mi ritrovo “fiancheggiata” da pupazzetti, grembiuli, t-shirt, accendini  rappresentanti il Padrino, il mafioso con la lupara o roba del genere. Non so spiegare bene quale sentimento prevalga, se l’imbarazzo, la vergogna o il fastidio.  Oltre che anacrostici (adesso la mafia ha i colletti bianchi) questi gadget  non sono affatto divertenti. Almeno non per me e per le oltre 6.000 persone che stanno aderendo alla petizione lanciata da Rete100 Passi “IO NON SONO MAFIOSO” , che ha la scopo di coinvolgere le associazioni di categoria, i comuni delle località turistiche nel vietare quantomeno l’esposizione di questi gadget.no souvenir mafiosi petizione

Me ne parla Danilo Sulis, fondatore della Rete 100 Passi, citandomi l’esempio dei Comuni di Erice e Castelvetrano che, già da alcuni anni, grazie ad un’ordinanza comunale, vietano l’esposizione nelle pubbliche vie di tali articoli che veicolano in tutto il mondo un’immagine mortificante della Sicilia.

Ma l’obiettivo della petizione è più grande: sollecitare il legislatore, nazionale ed europeo,  a promulgare leggi che “vietino l’esistenza di attività in Italia e in Europa che richiamino simboli di mafia” e quindi “proibiscano la vendita e la produzione di prodotti che disinvoltamente esaltino le mafie e la cultura dell’illegalità”.

La mafia è purtroppo sempre viva e vegeta, forte e bastarda. Ma sono convinta che è da ogni piccola azione che può cambiare l’ambiente culturale nel quale questa bastarda cresce.  Questa petizione ha bisogno della partecipazione di tutti , di ognuno di noi. Di tutti quelli che invece pensano che ben altri siamo i ricordi della Sicilia da portare a casa. Mi piacerebbe vedere un giorno in questi negozi un cartello con su scritto “ In questo negozio non si vendono gadget con simboli mafiosi” ! Chissà che effetto avrebbe sullo straniero.

Per firmare la petizione: clicca qui 

Per conoscere Peppino Impastato: clicca qui 

Per conoscere Rete 100 passi: clicca qui 

Dall’idea di Soleinsicilia è nata VACANZE SINGOLARI, agenzia di viaggi e tour organizer per chi desidera visitare una Sicilia singolare: itinerari personalizzati, vacanze di piccoli gruppi, per chi viaggia da sola o per chi vuole unirsi ad altri compagni di viaggio: vieni a farci visita su  o segui la nostra  FanpageVacanze Singolari da soli in Sicilia

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...